WEDDING. Ripartono i matrimoni: tutte le regole da seguire

Dal 15 giugno ripartono, finalmente, i matrimoni!
Si è discusso tanto, tantissimo su quali linee guida adottare e quali regole far rispettare affinché i festeggiamenti potessero essere quanto più sicuri possibile.

Sicuramente non tutti saranno contenti delle decisioni adottate, noi proviamo a fare un riassunto di quanto deciso dal Governo sperando di poter essere utili alle future coppie di sposi.

Con l’ultimo dpcm in vigore dal 18 maggio, il Governo ha imposto delle limitazioni volte a salvaguardare la sicurezza di sposi ed invitati per i ricevimenti successivi alle funzioni civili o religiose. Le regole, tra l’altro, valgono anche per le altre cerimonie (comunioni, cresime, battesimi etc.) e dovranno essere rispettate a prescindere dalla zona in cui ci si trova (bianca o gialla).

 

GREEN PASS

Chiunque voglia partecipare a un matrimonio dovrà possedere un green pass. Per chi ha già ricevuto la prima dose del vaccino, il certificato sarà disponibile a partire dal 15esimo giorno successivo all’inoculazione, mentre a chi ha già ricevuto entrambe le dosi il certificato viene rilasciato immediatamente. Gli invitati che hanno avuto il Covid e sono guariti possono richiedere il green pass in ospedale o, in alternativa, al medico curante. La terza via per ottenere il certificato è invece quella di fare un tampone (antigenico, molecolare) nelle 48 ore precedenti all’evento.  Riguardo queste ultime è il caso di essere prudenti poiché è stato evidenziato un problema: essendo collegate alla ASL il certificato, oltre che rilasciato in forma cartacea, viene registrato sul fascicolo sanitario online, questo però lo possono registrare solo per chi ha il domicilio nella Regione in cui viene eseguito. Ossia se un invitato va ad un matrimonio fuori dalla sua regione di appartenenza, si richiede il certificato cartaceo e il test a PAGAMENTO, ma non verrà registrato online.
Esclusi dall’obbligo i bambini sotto i 2 anni.

INVITATI

Il Governo ha stabilito un limite massimo di invitati molto alto: mille persone. Bisognerà però tenere in considerazione lo spazio (interno o esterno) a di disposizione): due metri per ogni invitato. In parole povere: più è grande lo spazio a disposizione per il ricevimento, più invitati potranno esserci. I dati dei partecipanti dovranno essere conservati per i 14 giorni successivi al matrimonio. 

COVID MANAGER

Nonostante gli annunci iniziali, non sarà obbligatorio assumere un Covid Manager ogni 50 invitati, né individuare questa figura tra i dipendenti del locale.

TEMPERATURE

Sarà invece obbligatorio misurare la temperatura corporea degli inviati all’ingresso. Chi ha una temperatura superiore a 37,5 °C non può entrare.

MASCHERINE

Mascherina obbligatoria per tutti sia all’interno (quando sposi o inviati non sono seduti al tavolo) sia all’esterno se non è possibile rispettare il metro di distanza. Mascherina obbligatoria su bocca e naso anche per il personale. Attenzione anche alla tipologia: serviranno mascherine chirurgiche o superiori. 

RICEVIMENTO AL CHIUSO O ALL’APERTO

Il protocollo raccomanda di festeggiare all’aperto. Non è però obbligatorio. In caso di ricevimenti e cerimonie al chiuso dovrà essere garantito il ricambio d’aria. E dunque: porte, finestre e vetrate aperte.

TAVOLI 

I tavoli devono essere disposti in modo da “assicurare il mantenimento di almeno 1 metro di separazione tra gli ospiti di tavoli diversi negli ambienti al chiuso e di almeno 1 metro di separazione negli ambienti all’aperto”.

BUFFET

I buffet sono consentiti solo se a somministrare il cibo sarà il personale. Gli ospiti non potranno toccare le pietanze esposte sui tavoli e dovranno mantenere la distanza. Mentre si attende il proprio turno è obbligatorio indossare la mascherina. Se si opta invece per il self service, le pietanze dovranno essere esposte in confezioni chiuse e e monodose. 

SERVIZIO AL TAVOLO

È consigliata l’adozione di menù unico al tableau marriage e/o menù individuali ad uso esclusivo dell’ospite. Salse, pane, cracker, grissini potranno essere serviti ai partecipanti in monoporzione con utilizzo di pinze. Consigliato l’uso di segnaposto per far sì che gli invitati siedano sempre allo stesso posto. 

MUSICA E BALLI

La band ingaggiata per il ricevimento dovrà mantenere una distanza di 3 metri dal pubblico, a meno che non ci sia una barriera in plexiglas davanti al microfono. L’obbligo di mascherina è previsto solo nel momento in cui i membri del gruppo si spostano nelle aree comuni interne. Consentiti spettacoli e/o esibizioni artistiche di qualsiasi natura purché possa sempre essere rispettata la distanza interpersonale di un metro.
Via libera ai balli all’esterno, mentre qualora la sala da ballo sia al chiuso, si dovrà garantire una superficie pari a 2 metri quadri per ogni invitato, potenziando il ricambio d’aria. 

BOMBONIERE

Le bomboniere dovranno essere consegnate personalmente a ogni inviato dopo aver igenizzato le mani. Vietato prendere la bomboniera da un tavolo comune all’uscita del locale.

Le zone rosse o arancioni sono esenti dalle nuove leggi che permettono i festeggiamenti. Il coprifuoco dovrà essere rispettato senza eccezioni. 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.